Cosa vedere a Roma in tre giorni

Trinità dei Monti - Cosa vedere a Roma in tre giorni - Viaggi tra le righe

Condividi

Eccomi nuovamente online con un altro post, questa volta voglio darvi qualche dritta su cosa vedere a Roma in tre giorni. Siamo in una delle città più belle del mondo, quindi le cose che vi consiglierò di vedere sono legate alla mia esperienza, per questo dovrete perdonarmi se salterò qualche meraviglia di Roma.

E’ insensato andare a Roma se non si possiede la convinzione di tornare a Roma.
(GK Chesterton)

Il problema di cosa vedere a Roma in tre giorni è quello di non sapere da dove iniziare. La città custodisce tante di quelle ricchezze che ci vorrebbero 10 vite per poterla girare tutta. Io ogni volta che vado a Roma rimango sempre sorpreso da qualcosa di nuovo.

Dovendo organizzare un soggiorno di tre giorni a Roma, vi consiglio di vedere queste zone:

  1. centro (Piazza del Popolo, Piazza di Spagna, Pantheon, Piazza Navona, Fontana di Trevi, Altare della Patria e Colosseo);
  2. Vaticano e Castel Sant’Angelo;
  3. Gianicolo.

Ora vi spiegherò cosa visitare a Roma in tre giorni! Sarà una mezza maratona, ma non spaventatevi!!! 😀

Programma su cosa vedere a Roma in tre giorni

Il primo giorno sarà quello più corposo e più dispendioso dal punto di vista fisico. È necessaria una colazione abbondante e un bel paio di scarpe comode ai piedi!!! Il mio programma su cosa vedere a Roma in tre giorni partirà da Piazza del Popolo per poi concludersi al Colosseo. Ecco una mappa del percorso:

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Google Maps” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

Il primo giorno a Roma: da Piazza del Popolo al Colosseo

Piazza del Popolo, una delle più celebri di Roma, si presume che il suo nome sia dovuto al fatto che Papa Pasquale II fece costruire una cappella vicino le mura (dalla quale poi è stata edificata Santa Maria del Popolo) a spese del popolo e per questo la Piazza fu chiamata così, in onore del popolo.

Sulla piazza è possibile ammirare ben tre chiese:

  • la basilicata di Santa Maria del Popolo (ospita dipinti del Caravaggio e del Pinturicchio);
  • la chiesa di Santa Maria in Montesanto;
  • la chiesa di Santa Maria dei Miracoli.

Le ultime due chiese elencate sono gemelle, costruite per volere di Alessandro VII ed ebbero il compito di organizzare l’accesso settentrionale a Roma. Infine, al centro della piazza, si può notare il bellisismo Obelisco Flaminio con la fontana di Giacomo della Porta.

Vista di Piazza del Popolo dal Pincio, ecco cosa vedere a Roma in tre giorni
Piazza del Popolo

Da Piazza del Popolo passiamo a Villa Borghese, attraverso la scalinata che ci conduce al quartiere Pinciano. A mio avviso dal Pincio si gode di una delle più belle viste di Roma.

Villa Borghese è uno dei parchi più amati di Roma, ospita diversi edifici molto belli da vedere: il Museo Carlo Bilotti, il Casale Cenci-Giustiniani, il Casino del Graziano, la Casina delle Rose, la Casina del Lago, la Casina dell’Orologio e altri.

Una fontana all'intenro di Villa Borghese, ecco cosa vedere a Roma in tre giorni
Villa Borghese

Piazza di Spagna

Imboccando viale Gabriele D’Annunzio è possibile raggiungere piazza Trinità dei Monti, situata alle spalle della scalinata di Piazza di Spagna. Questa piazza è caratteristica per via dei da tanti artisti, che abitualmente la popolano. Infatti, ho voluto dedicare la mia foto di copertina proprio a questo luogo.

Piazza di Spagna vista da Trinità dei Monti, ecco cosa vedere a Roma in tre giorni
Trinità dei Monti

Da piazza Trinità dei Monti è possibile scorgere i 135 gradini che la collegano a Piazza di Spagna e ancora più in basso, la fontana della Barcaccia del Bernini. Il nome Piazza di Spagna deriva dalla presenza dell’ambasciata spagnola nel cuore della piazza.

La fontana Barcaccia con alle spalle la scalinata di Piazza di Spagna, ecco cosa vedere a Roma in tre giorni
Piazza di Spagna

La scalinata di Piazza di Spagna è stata protagonista di tante sfilate di moda, per questo motivo in via dei Condotti troviamo tutti i principali marchi di moda. Il nome deriva dalle condutture dell’Acqua Virgo che nel XVI secolo Gregorio XIII fece ricavare dal serbatio del Pincio, per servire la parte bassa del Pincio.

Pantheon

Seguendo il percorso giungiamo al Pantheon, uno dei monumenti più affascinanti di Roma, tempio di tutti gli dei. Quando qualcuno mi chiede cosa vedere a Roma di particolare, mi viene in mente questo bellissimo monumento! Esso ha una forma circolare con immense colonne corinzie che sorreggono un enorme frontone. Il Pantheon è anche famoso per la sua cupola, per chi non lo sapesse è la più grande del mondo, con un oculo al centro che fa entrare la luce esterna.

Vista frontale del Pantheon con al centro la fontana, ecco cosa vedere a Roma in tre giorni
Pantheon

Piazza Navona

Collegata al Pantheon troviamo Piazza Navona, costruita dalla famiglia Pamphili per celebrare la grandezza del loro casato. La prima cosa che noterete sicuramente sarà la forma della piazza, richiama quella di uno stadio, infatti era lo stadio di Domiziano, in passato utilizzato per le gare degli atleti!

Una fontana di Piazza Navona, ecco cosa vedere a Roma in tre giorni
Piazza Navona

Questo è il posto ideale in cui pranzare per la presenza dei tanti ristoranti, altrimenti proseguendo verso Piazza di Pietra, potrete mangiare un buon panino presso “Il Panino Ingegnoso”. Sono davvero ottimi!!!

Il Panino Ingegnoso - Dove mangiare a Roma - Viaggi tra le righe
Il Panino Ingegnoso

Con la speranza che abbiate recuperato le energie, iniziamo la seconda parte del primo giorno su cosa vedere a Roma in tre giorni. Questa è la mappa (Fontana di Trevi, Altare della Patria, Fori Imperiali e Colosseo).

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Google Maps” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

La Fontana di Trevi

A due passi da Piazza di Pietra, si trova una delle più celebri fontane del mondo, la Fontana di Trevi. Fu progettata da Nicola Salvi, dopo aver vinto un concorso indetto da Papa Clemente XII e fu terminata da Giuseppe Pannini. La fontana è stata costruita su un lato di palazzo Pioli e il tema dell’opera è il mare. Solo questo monumento vale tutto il viaggio di tre giorni a Roma!  🙂

La fontana di Trevi con tante persone che scattano foto, ecco cosa vedere a Roma in tre giorni
Fontana di Trevi

Dopo aver fatto 10.000 foto alla Fontana di Trevi, possiamo dirigerci verso Piazza Venezia per vedere l’Altare della Patria o Vittoriano.

Il Vittoriano è situato sul Campidoglio e rappresenta il monumento nazionale a Vittorio Emanuele II, primo Re d’Italia. Da quando accolse (1921) le spoglie del Milite Ignoto è diventato una celebrazione dell’Italia unita e libera. Infatti, l’idea dell’autore era quella di rappresentare allegoricamente e geograficamente tutta l’Italia. Io la reputo una delle principali opere da vedere a Roma.

Altare della Patria fotografata dall'alto con sfondo delle bandiere che sventolano, ecco cosa vedere a Roma in tre giorni
Altare della Patria

Via dei Fori Imperiali

Una delle strade più belle di Roma, senza ombra di dubbio, è via dei Fori Imperiali, che collega il Vittoriano al Colosseo. La sua bellezza è data dalla presenza dei Mercati di Traiano (sulla sinistra) e dei Fori Imperiali (sulla destra), questi ultimi costituiti da una serie di piazze monumentali edificate nel corso del tempo:

  • Foro di Cesare;
  • Foro di Augusto;
  • Tempio della Pace;
  • Foro di Nerva;
  • Foro di Traiano.
Via dei Fori Imperiali vista dal terrazzo dell'Altare della Patria, ecco cosa vedere a Roma in tre giorni
Via dei Fori Imperiali

I Mercati di Traiano erano un complesso di edifici in laterzio destinato principalmente ad ospitare la sede amministrativa dei Fori Imperiali e attività commerciali. Oggi, ospitano il museo dei Fori Imperiali!

Interno dei Mercati di Traiano, ecco cosa vedere a Roma in tre giorni
Mercati di Traiano

Concludiamo il primo giorno su cosa vedere a Roma in tre giorni con il suo monumento più famoso, il Colosseo!!! Quanti di voi alla domanda su cosa vedere a Roma pensano subito a questo monumento? Credo tutti!

Originariamente conosciuto come Anfiteatro Flavio, in quanto costruito in epoca Flavia, il Colosseo è il più grande anfiteatro del mondo. Il nome Colosseo si diffuse nel periodo di Nerone, quando fu costruita nei pressi dell’Anfiteatro Flavio un’enorme statua in bronzo, denominata Il Colosso di Nerone, per questo motivo l’Anfiteatro fu soprannominato Colosseo.

L'intero Colosseo fotografato dal basso, ecco cosa vedere a Roma in tre giorni
Colosseo

Il primo giorno su cosa vedere a Roma in tre giorni è terminato, vi lascio liberi di riposare per il secondo giorno di fuoco.

Il secondo giorno a Roma: Vaticano e Castel Sant’Angelo

Nel secondo giorno ci saranno meno chilometri da percorrere, ma le cose da vedere saranno altrettanto numerose! Le cose da visitare a Roma nella zona Vaticano sono:

  • la Basilica di San Pietro;
  • i musei vaticani;
  • Castel Sant’Angelo.
Piazza San Pietro gremita di gente, ecco cosa vedere a Roma in tre giorni
Basilica di San Pietro

Come saprete la Basilica di San Pietro si trova nello Stato del Vaticano, è considerata la chiesa più grande del mondo, ma non è la cattedrale della diocesi romana, perchè lo è la Basilica di San Giovanni in Laterano. La sistemazione della Piazza e la maggior parte dell’arredo interno fu realizzato da Gian Lorenzo Bernini.

La Cupola di San Pietro fotografata dal basso, ecco cosa vedere a Roma in tre giorni
Cupola di San Pietro

La Basilica raccoglie all’interno numerose opere d’arte raccolte nel corso dei secoli, dalla statua della Pietà di Michelangelo al mosaico, sopra l’entrata principale, detto della navicella di Giotto. La cupola fu costruita da Giacomo della Porta su disegni di Michelangelo.

L'altare della Basilica di San Pietro con due statue, ecco cosa vedere a Roma in tre giorni
Basilica di San Pietro

Per mangiare un panino appetitoso vi consiglio di andare da 200 Gradi, un localino in Piazza del Risorgimento, fanno dei panini esageratamente buoni. Dopo lo spuntino vi consiglio di salire sulla cupola della Basilica e di visitare i Musei Vaticani, brucerete molto in fretta. 😛

Per concludere il secondo giorno, a pochi passi dalla Basilica di San Pietro, sulla sponda destra del Tevere, si erge un altro importante monumento di Roma, Castel Sant’Angelo. Fu costruito come mausoleo per ospitare le spoglie dell’imperatore Adriano e di sua moglie. Successivamente Papa Nicolò III, lo utilizzò come fortezza e fece costruire il famoso passaggio (passetto) protetto che collega la Basilica di San Pietro al Castello. Consiglio la visita all’interno del castello, perchè custodisce tesori incredibili! La prima domenica di ogni mese la visita è gratuita, altrimenti, il costo di un biglietto intero è di 14 euro.

Castel Sant'Angelo fotografato da ponte Sant'Angelo, ecco cosa vedere a Roma in tre giorni
Castel Sant’Angelo

Un’altra meraviglia da vedere è il ponte Sant’Angelo, di fronte al Castello, costruito dall’imperatore Adriano per collegare le due sponde del fiume.

Il terzo giorno a Roma: il Gianicolo

Cosa c’è di più bello se non vedere Roma dall’alto? Il Gianicolo assieme a Monte Mario (altro spettacolo) è uno dei punti panoramici più belli di Roma. È possibile osservare i principali monumenti della città, fino ai colli Albani e ai Monti Tiburtini.

Vista di Roma dal Gianicolo, ecco cosa vedere a Roma in tre giorni
Gianicolo

In cima al colle è posizionato un cannone che tutti i giorni a mezzogiorno in punto spara a salve, vi consiglio di assistere allo spettacolo! In passato lo scopo della cannonata era quello di sincronizzare tutte le campane delle chiese di Roma e farle suonare nello stesso momento.

Il tour di Cosa vedere a Roma in tre giorni si conclude qui. Sicuramente ci sono tanti altri luoghi da vedere, ma in tre giorni sarebbe quasi impossibile vederli tutti.

 ➡ Leggi tutti i miei viaggi in giro per l’Italia!

Cosa vedere a Roma in una settimana

  1. La vista da Monte Mario;
  2. Il quartiere Coppedè;
  3. La zona di Trastevere e il quartiere ebraico;
  4. Il Giardino degli Aranci.
  5. Il Campidoglio;
  6. La Villa Pamphilj.

Dove mangiare a Roma

Questi sono solo alcuni locali dove mangiare a Roma, se volete approfondire l’argomento potete leggere il mio articolo “Locali di Roma: dove mangiare bene e con gusto“.

  • Beere & Mangiare, un risto-pub di ottima cucina italiana dal clima rilassato e dal gusto vintage, ottime le birre – Via Carlo Passaglia, 1;
  • Solo Crudo, un ristorante vegano dai sapori e colori fuori dal comune, consigliatissimo – Via Federico Cesi, 22;
  • Oysteria, un ristorante che offre piatti a base di pesce, ottimo rapporto qualità-prezzo (piatti abbondanti e ottime materie prime), locale accogliente e personale gentile. Da provare! – Via Mattia Battistini, 166/b;
  • Joseph Ristorante, un ristorante-pizzeria dall’atmosfera informale e dalla cucina schiettia – Via Accursio, 12;
  • Trattoria Sora Pia, una trattoria in cui si può assaggiare un po’ di tutto: dalla pizza, al pesce, ai classici piatti romani – Via Battistini, 11g;
  • Avocado Bar, un locale molto piccolo e con pochi posti a sedere (spesso si mangia in piedi), offre piatti gustosi a base di avocado – Via della Madonna dei Monti, 103;
  • La Fiaschetta, un ristorantino che offre piatti della tradizione rivisitati, la presentazione e la qualità è ottima – Via dei Cappellari, 64;
  • Il Panino Ingegnoso, un fast food nel cuore di Roma che prepara ottimi panini con materie prime di qualità (da provare porchetta d’Aricccia, patè di olive e arancia) – Piazza di Pietra 35;
  • L’Antica Pizzeria da Michele, una pizzeria napoletana a pochi passi da Piazza del Popolo, pizza ottima ed enorme – Via Flamina, 82;
  • Tonnarello, un ristorante nel cuore di Trastevere, dove assaggiare una delle migliori cucine romane – Via della Paglia, 1.

2 risposte a “Cosa vedere a Roma in tre giorni”

  1. Grazie per le tue suggestive passeggiate per Roma – mi sono piaciute tutte! A novembre, ne anderò a Roma per la mia terza volta e seguirò la tua suggestione di guardarla dal Monte Mario (Gianicolo) che mi ha sembrato di avere una bella e diversa vista sulla città eterna.

    1. Grazie a te per aver letto il mio articolo. 🙂
      La vista dal Gianicolo è sicuramente unica, ti consiglio di non perderla!!!

Lascia un commento